Milano – Asiago (Gara 4): intervista a coach Paulin Bordeleau

di Tony Puma:

Hockeytime: Primo periodo equilibrato, dove si è giocato molto in zona neutra e con poche azioni da gol.
Paulin Bordeleau: Sì, le due squadre hanno giocato nervose. La nostra squadra ha avuto qualche opportunità per fare gol, ma per noi lo 0-0 dopo il primo tempo era buono.
Nel secondo periodo abbiamo perso la concentrazione e la nostra aggressività. E’ stato difficile per noi.

HT: Nel terzo drittel avete trovato il gol a 24 secondi dal termine della gara in superiorità, togliendo Gravel e mettendo un uomo di movimento in più.
PB: Sì, quando abbiamo segnato c’era la speranza di poter vincere a Milano che ha buoni giocatori con esperienza.

HT: Come giudica il rendimento di Tuzzolino, Cirone e Strazzabosco in questa serie finale?

PB: Cirone ha giocato bene tutta la stagione. Ha realizzato 32 gol. Michele (Strazzabosco) gioca tutte le stagione come questa sera, mentre Tony è arrivato dopo Natale. Buon giocatore, buon pattinaggio, buon tiro. 3 buoni giocatori.

HT: Come giudica il suo primo anno in Italia?
PB: Mi piace molto. L’Asiago è una buona squadra, c’è una buona organizzazione. La gente di Asiago è molto gentile con me.

HT: Come ha trovato il livello dell’hockey italiano?
PB: Il livello dei Play off molto buono. Durante la stagione meno, ma penso che con un campionato a 10-12 squadre sarà migliore.

Si ringrazia Paulin Bordeleau e la società Supermercati A&O Asiago Hockey per la disponibilità.