Cortina fa festa!!

di Alberto Manaigo:

Festa doveva essere e festa è stata. Una stagione cosi non poteva che concludersi in questa maniera. Dopo l’eliminazione in gara 3 di semifinale col Milano, la Sportivi Ghiaccio Cortina Segafredo Zanetti ha deciso, benché i tempi fossero decisamene ristretti, di organizzare un incontro tra società e tifosi per celebrare degnamente questo quarto posto meritato ampiamente da una squadra nata per cercare di rimanere nel campionato maggiore.
“Questo incontro” dice il presidente Moser “è stato fortemente voluto da tutti noi per dare la possibilità ai tifosi di tributare il gusto saluto a tutti i giocatori che hanno ottenuto questo magnifico risultato ed è stato organizzato in cosi pochi giorni per fare in modo che vi partecipassero anche i nostri giocatori stranieri che entro venerdì torneranno tutti a casa (ndr. unico assente il solo Mosnar già ritornato il Slovacchia). D’altro canto, però, questa festa è stata voluta anche per dare modo alla società e ai giocatori stessi di ringraziare tutti i tifosi che sono stati cosi calorosi ed hanno dato un contributo importante al conseguimento di questi risultati”.

Sul palco sono saliti tutti per un giusto riconoscimento: dai piccoli della Under 8, per passare ai ragazzi della Under 12 (gemellati coi pari età di Pieve di Cadore), Under 14, Under 16, fino ad arrivare a quella Under 19 che sta ottenendo ottimi risultati nel proprio campionato, che ha già fornito alcuni elementi decisamente validi per il campionato maggiore e che ne sta preparando altri che saranno presto pronti a fare il salto.
Terminata la premiazione delle giovanili, il PalaAudi diventa l’Olimpico: salgono sul palco i giocatori della prima squadra. Per ognuno di loro i cori “personalizzati” che hanno accompagnato tutta la stagione e il giusto saluto da parte di tutti con la speranza di vederli anche l’anno venturo in maglia biancoblu.
Una bellissima serata, dunque, con musica, pasta per tutti, e con la consapevolezza di aver vissuto una stagione indimenticabile che, usando le parole del presidente Moser “nonostante siamo un po’ spaventati da cosa i tifosi si possano aspettare per il prossimo anno, cercheremo di ripetere!”.