Intervista a Sasha Meneghetti

di Ste’

Hockeytime:"Un tuo commento sulla partita di stasera".
Sasha Meneghetti:"Tutte e due le squadre hanno iniziato fiacche, dopo il Milano é cresciuto, ha tirato di più, é passato in vantaggio e la partita per loro é stata in discesa".

HT:"Siete indubbiamente la rivelazione del campionato, come giudichi la stagione della tua squadra?"
SM:"Sul Cortina all’inizio nessuno credeva anche perché avevamo cominciato con il piede sbagliato, e il primo mese non lo si poteva di certo definire positivo. Dopo siamo cresciuti, giusto in tempo per passare tra le prime alla seconda fase. Certo la fortuna non c’é mancata, ma darei soprattutto merito all’ottimo lavoro dell’allenatore che c’ha permesso di raggiungere questo grande risultato".

HT:"Quindi giudichi positivamente l’operato di Rolf Nilsson".

SM:"E’ un allenatore ben preparato e molto professionale".

HT:"Quanto é pesato l’apporto degli stranieri?".
SM:"Gli stranieri hanno fatto tutti il loro dovere si allenano e giocano dando sempre il massimo e il coach, giustamente, ha grande fiducia in loro, i risultati poi sono lì a dimostrarlo".

HT:"Il livello della squadra é salito anche grazie all’arrivo di uno dei più forti sponsor della Seria A, sai dirci qualcosa a riguardo?"
Sm:"Credo ci sia un contratto di 3 anni con la Segafredo Zanetti, di più non so".

HT:"All’inizio della stagione eri tornato a Milano, poi quando sembrava tutto definito, il passaggio al Cortina. Posso chiederti cosa é realmente successo".
SM:"Nulla di particolare, semplicemente ho valutato le due offerte e ho capito che a Cortina avrei avuto più spazio, da qui la mia decisione".

Grazie a Sasha Meneghetti e alla Sportivi Ghiaccio Cortina.