Dopopartita Milano-Asiago: Chris Wells

di Ste’ e Tony Puma

Hockeytime:"Milano e Asiago hanno ancora una volta dato vita ad una partita combattuta, come giudichi l’incontro di stasera."
Wells:"Siamo 2 squadre forti, con due ottimi portieri, lo si vede anche dal risultato, entrambi hanno subito una sola rete e le occasioni per segnarne di più non sono mancate. E’ stato un buon match, veramente combattuto."

HT:"Adesso nella seconda fase le partite saranno più equilibrate e dal risultato incerto."
Wells:"I team che sono rimasti in lizza hanno tutti dei buoni giocatori, chi più chi meno, quindi da adesso alla fine vedremo del buon hockey."

HT:"Saremmo curiosi di sapere, da un giocatore di buona esperienza NHL come te, come giudichi il livello del campionato Italiano."
Wells:"Lo ritengo di buon livello ma solo per quanto riguarda i top-team. In NHL i giocatori sono certamente più fisici, qui in Italia ho trovato ovviamente schemi e un gioco diversi, ma un paragone non si può proprio fare. In NHL poi ci sono tanti incontri molto ravvicinati, sei sempre in viaggio, é stressante, ho provato a giocare 4 incontri la settimana, e questo credimi a volte fa scendere il livello tecnico del gioco."

HT:"Come mai hai lasciato l’NHL?"
Wells:"Quando ero giovane, 20 anni, poteva anche essere divertente, un po’ giocavo in NHL, un po’scendevo nelle minors, ma alla fine capisci che é solo business, tutti vogliono una sola cosa vincere, vincere e solo vincere e per arrivare a questo ti rendono la vita difficile. E poi a parte i grandi nomi cercano sempre più ragazzi giovani."

HT:"Insomma ti diverti di più qui?"
Wells:"No, non é quello, é che qui hai meno pressioni."

HT:"Avrai notato che anche il calore dei tifosi é diverso rispetto alla NHL, e poi si vedono anche molti striscioni a tuo nome."
Wells:"Non ho giocato molto all’estero (nota HT:solo lo scorso anno in Russia), ma qui a Milano i tifosi sono veramente fantastici, lo dico davvero, ci sono sempre in ogni partita e ti sostengono dall’inizio alla fine, favolosi."

Grazie a Chris e all’HCJ Milano Vipers per la disponibilità.

Tags: