Storico Bolzano, è in Champions League. Ai playoff arriva il Sapa Fehervar

Si dice che i sogni sono fatti per essere realizzati. Per i tifosi bolzanini, il sogno più grande è diventato realtà. Come se non fosse bastata l’iscrizione al campionato EBEL, come se non fosse bastato il meraviglioso approdo ai playoff, i biancorossi hanno centrato l’obiettivo più grande, un obiettivo di portata storica anche per l’hockey italiano. Domenica sera l’HCB Alto Adige ha battuto il Linz alla Keine Sorgen EisArena, allo stesso tempo lo Znojmo è riuscito a superare il Vienna a domicilio, tutto ciò ha significato per il Bolzano una sola cosa: secondo posto e qualificazione alla Champions Hockey League.

LA CHL
Logo CHL
La CHL, competizione europea per club nata nel 2008 e sparita dopo una sola stagione per mancanza di fondi e sponsor, ripartirà dalla prossima stagione con 40 squadre al via: ne faranno parte i sei campionati dei paesi fondatori, vale a dire Finlandia, Svezia, Germania, Svizzera, Repubblica Ceca e appunto EBEL. Il 27 febbraio è stato deciso il nuovo logo (qui a sinistra), 26 squadre fondatrici hanno già il posto assicurato: per il campionato austriaco i posti sono quattro, con Vienna e Salisburgo pronte a parteciparvi di diritto. Un posto spetta alla vincitrice dei playoff, l’altro proprio al Bolzano, che con il secondo posto è riuscito finalmente a portare a casa una qualificazione che sembrava maledetta. Non una, ma ben due volte sono state infatti cambiate le regole in corsa: all’inizio doveva essere qualificata la vincitrice della regular season (o quella meglio piazzata dopo Vienna e Salisburgo), ma proprio quando il Bolzano sembrava a un passo dal terzo posto i vertici della CHL di comune accordo con quelli della EBEL hanno deciso di spostare la decisione al termine del pick round. Poco male, perché i biancorossi hanno chiuso al quarto posto la RS e hanno potuto concentrarsi sul pick round per centrare l’obiettivo: ma serviva il secondo posto, perché intanto il regolamento era cambiato nuovamente.

TUTTO ALL’ULTIMA GIORNATA
Sembrava impossibile, perché quando si era arrivati all’ultima giornata i Foxes erano terzi, a un punto dal Vienna: i biancorossi dovevano giocarsela nell’ostica Linz, i Capitals invece davanti al proprio pubblico contro i cechi dello Znojmo. Una serata incandescente, un succedersi di notizie avvenimenti dai due campi di gara: a Linz il Bolzano chiudeva il primo tempo sotto di un goal, a Vienna invece gli austriaci erano avanti per 3 a 1 sui cechi. Poi una seconda frazione al cardiopalma: a Linz i ragazzi di Tom Pokel ribaltavano il risultato portandosi sul 2 a 1, a Vienna invece lo Znojmo riprendeva in mano la partita e dopo 40 minuti portava il risultato sul 4 a 4. Terzo tempo tutto da vivere, i biancorossi faticano e centrano l’empty-net goal con Santorelli, che fissa il risultato sul 3 a 1 finale. Ma non basta, servono buone notizie da Vienna. E le buone notizie arrivano, perché gli austriaci crollano sotto i colpi dello Znojmo e il Bolzano può esultare. E’ Champions League.

CHI E’ GIA’ IN CHL
Questi i paesi fondatori con i club che prenderanno parte automaticamente alla competizione, che partirà il 21 agosto:

– Austria (EBEL): Red Bull Salzburg, Vienna Capitals:
– Repubblica Ceca (Extraliga): Bili Tygri Liberec, HC Pardubice, Sparta Prague, Vitkovice Ostrava;
– Finlandia (Liiga): IFK Helsinki, JYP Jyväskylä, KalPa Kuopio, Kärpät Oulu, Tappara Tampere, TPS Turku;
– Germania (DEL): Adler Mannheim, Eisbären Berlin, ERC Ingolstadt, Krefeld Pinguine;
– Svizzera (NLA): SC Bern, Fribourg-Gottéron, ZSC Lions Zurich, EV Zug;
– Svezia (SHL): Djurgården Stockholm, Frölunda Gothenburg, Färjestad Karlstad, HV71 Jönköping, Linköpings HC, Luleå Hockey

SOTTO CON I PLAYOFF
Questa sera, intanto, su Servus TV è andata in onda la serata dedicata alla EBEL per formare la griglia dei playoff. I coach di Salisburgo, Bolzano e Vienna dovevano scegliere le loro avversarie tra Znojmo, Linz, Villach, Dornbirn e Sapa Fehervar. I Red Bulls hanno optato per il Dornbirn, coach Tom Pokel ha scelto invece gli ungheresi del Sapa Fehervar, infine il Vienna ha deciso di prendersi il Villach. L’altra sfida vedrà affrontarsi Znojmo e Linz.

Quarti di finale EBEL
EC Red Bull Salzburg (1) – Dornbirn EC (8)
HCB Alto Adige (2) – Sapa Fehervar AV19 (7)
UPC Vienna Capitals (3) – EC VSV (5)
Orli Znojmo (4) – EHC Liwest Linz (6)

Il viaggio non è un problema”, così coach Tom Pokel in diretta su Servus TV ha giustificato la scelta degli ungheresi. Una trasferta non da poco, questo è fuori discussione: sono oltre 800 i chilometri che separano Szkefehervar da Bolzano, con trasferte probanti per entrambe le squadre ogni due o tre giorni. Ma i biancorossi hanno voluto evitare il Villach, squadra certamente più vicina geograficamente, ma anche sulla carta più ostica rispetto agli ungheresi. E con il Dornbirn già pescato dal Salisburgo, il Sapa Fehervar è stata così la squadra scelta dagli altoatesini: contro gli ungheresi i Foxes hanno centrato ben tre vittorie sui quattro precedenti stagionali, incappando soltanto in una sconfitta ai rigori al Palaonda. Ecco il calendario dei quarti di finale, che si giocheranno al meglio delle sette partite (best of five invece le semifinali e la finale):

Gara 1 – Venerdì 7.03: HCB – Sapa Fehervar
Gara 2 – Domenica 9.03: Sapa Fehervar – HCB
Gara 3 – Martedì 11.03: HCB – Sapa Fehervar
Gara 4 – Venerdì 14.03: Sapa Fehervar – HCB
se necessarie:
Gara 5 – Domenica 16.03: HCB – Sapa Fehervar
Gara 6 – Martedì 18.03: Sapa Fehervar – HCB
Gara 7 – Venerdì 21.03: HCB – Sapa Fehervar

Restano clamorosamente fuori dai playoff i campioni in carica del Klagenfurt, che dopo una regular season sottotono non hanno trovato la reazione necessaria al playoff race, uscendo beffati dal Dornbirn che a pari punti ha scavalcato i carinziani. Stagione finita anche per i Graz 99ers, per l’Olimpja Ljubljana e per l’Innsbruck.

HCB vs SAPA FEHERVAR
I biancorossi affronteranno così gli ungheresi nel primo turno dei playoff. Una squadra da non sottovalutare, che dovrà però tornare a fare i conti con una delle top six dopo un girone che l’ha vista comunque confrontarsi con squadre del calibro di Graz e, soprattutto, Klagenfurt, quasi sempre ben figurando.

I precedenti:
14.09.2013: Sapa Fehervar – HCB Alto Adige 3 – 6 [0-2; 2-2; 1-2]
21.09.2013: HCB Alto Adige – Sapa Fehervar 5 – 2 [0-0; 1-1; 4-1]
19.10.2013: HCB Alto Adige – Sapa Fehervar 3 – 4 SO [0-0; 2-2; 1-1; 0-0; 0-1]
22.12.2013: Sapa Fehervar – HCB Alto Adige 3 – 7 [1-2; 0-3; 2-2]

Top scorer:
Frank Banham (SAPA) – 51 pts (20+31)
Mark Santorelli (HCB) – 45 pts (14+31)

Goalie:
Zoltan Hetenyi (SAPA) – 92,7% svs
Jaroslavl Hübl (HCB) – 91,4% svs

Powerplay:
HCB – 18,57%
SAPA – 16,58%

Penalty killing:
SAPA – 80,89%
HCB – 80,57%

 

EBEL – Classifica finale dopo la seconda fase

Pick Round
1. Salisburgo 19
2. Bolzano 14
3. Vienna 13
4. Znojmo 12
5. Villach 10
6. Linz 9

Playoff Race
7. Sapa Fehervar 17
8. Dornbirn 15
_______________________________
9. Klagenfurt 15
10. Graz 13
11. Lubiana 8
12. Innsbruck 5