Semifinali gara 4: Asiago batte 4 a 2 il Val Pusteria

ASIAGO-VAL PUSTERIA 4-2 (1:0)(2:0)(1:2)

Si gioca gara 4 all’Odegar, una partita importante e forse decisiva per le sorti di questa semifinale. Val Pusteria che si presenta privo di Mair e Tauber infortunati e con Razigar nuovamente in tribuna per turnover, il morale dei pusteresi è però alto dopo la vittoria ottenuta sabato alla Leitner Solar Arena. Di contro un Asiago che conferma l’assetto offensivo con soli cinque difensori e Zappala in avanti, in tribuna tocca a De Marchi fare compagnia a Isabella.

Buona la cornice di pubblico con circa 1400 persone sugi spalti tra cui alcuni tifosi pusteresi.

Avvio pimpante degli ospiti che costruiscono tre nitide occasioni per passare con Murray, Sirianni e Bona. Asiago che risponde al quinto minuto ed è il gol del vantaggio: Matteo Tessari ruba disco a Helfer e il suo tiro si spegne nell’angolo alto alla sinistra di un Jakaitis forse coperto. Rabbiosa la reazione pusterese con Sirianni che scheggia la traversa in powerplay prima che Parco si “mangi” il raddoppio nel capovolgimento di fronte. Partita che prosegue aperta con Henrich che cerca con caparbietà la prima rete in questa semifinale ma trova due volte pronto il portiere; poi due occasionissime per Sirianni e Ulmer ma il parziale non cambia.

Seconda frazione che si apre con una fase di studio rotta al quinto minuto dalla rete di Henrich che, ottimamente servito da Lehtinen, spara una sassata a fil di palo che non lascia scampo a Jakaitis. Val Pusteria che reagisce e sfiora il pari ma Tuomainen prima e Desmet poi trovano pronto Bellissimo. Match equilibrato e Asiago che trova il 3 a 0 sul finire di frazione in powerplay: su tiro di Henrich è letale quanto sfortunata la deviazione con il pattino di un terzino giallonero.

Zappala ed Henrich si mangiano il 4 a 0 ad inizio ripresa e Val Pusteria che colpisce al quinto con Tuomainen che, su splendido assist di Bona, mette il puck tra i gambali di Bellissimo. Immediata la risposta giallorossa: Strazzabosco che dalla blu fa secco un coperto Jakaitis. I “lupi” però non si arrendono e tre minuti dal termine, senza portiere e in powerplay, ariva il gol di Bona che riapre l’incontro. Padroni di casa che soffrono ma riescono a mantenere inviolata la porta portando a casa un importante quanto meritata vittoria. Ora per la Migross tre partite a disposizione per centrare quella vittoria che vale la finalissima.

SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO: Bellissimo (Pavone); Lehtinen, Miglioranzi, Plastino, Rossi, Strazzabosco (A), Trevisani; Bellissimo V., Benetti, Borrelli, Busa, Henrich, Intranuovo, Parco (C), Presti, Tessari M., Tessari N., Ulmer, Zappala.

Allenatore: John Harrington

HC RED ORANGE VAL PUSTERIA: Jakaitis (Carpano); Da Corte, Helfer, Hofer, Kelly, Vodrazka, Willeit; Barber, Bona, Desmet, Murray, Oberrauch, Pichler (C), Sirianni, Sparber, Trenker, Tuomainen.

Allenatore Stefan Mair

Capo Arbitro: Thomas Gasser e Karel Metelka

Giudici di linea: Andrea Benvegnù e Ulrich Pardatscher

Reti:
04.57 1-0 ASI Tessari M.;
25.34 2-0 ASI Henrich (Lehtinen);
37.24 3-0 ASI Henrich PPG (Plastino, Ulmer);
45.34 3-1 VPU Tuomainen (Murray);
46.27 4-1 ASI Strazzabosco (Bellissimo V., Parco);
57.06 4-2 VPU Bona PPG(Tuomainen, Murray)

Tags: