Slovan, partenza falsa

di Davide:
si sono giocate nel weekend le prime due giornate dell’Extraliga, che consegnano una prima classifica in cui spiccano, sul fondo, i campioni dello Slovan, sconfitti due volte, a Martin per 6-3 con hattrick di Jaroslav Torok e ottima prestazione dei nuovi volti dei biancoblu, il lettone Guntis Dzerins e il ceco Lukas Riha e poi in casa dal Dukla Trencin, puniti nell’overtime da Vladimír Nemec, nella rivincita della finale di qualche mese fa.
In cima alla graduatoria, unica squadra ad avere fatto en-plain, lo Zvolen, che ha battuto lo Skalica in casa con un sofferto 4-3 (un assist di Pallfy nei biancoverdi) e poi si è imposto con autorità (5-2) a Nitra, contro una squadra fortemente indebolita rispetto alle scorse stagioni. Dietro lo Zvolen la conferma del Poprad – 2 vittorie di cui una agli shoot-out, e il piacevole ritorno dello Zilina, campione due stagioni orsono e ultimo l’anno passato in una stagione orribile sotto tutti i punti di vista per i gialloverdi.
Prima assoluta da brividi per il neo-promosso Kezmarok, che ha venduto cara la pella a Trencin, perdendo solo agli shoot-out e passeggiando poi nel turno successivo (7-1) contro la nazionale Under 20, che come ampiamente preventivato, collezionerà una serie di goleade.
Prima rete domenica, davanti ai propri tifosi, per Ziggy Pallfy, nella convincente vittoria dello Skalica sul Martin (4-1).
Chiusura con l’incoraggiante dato degli spettatori, che hanno riempito tutte le piste, un ottimo segnale per la nuova stagione.

Nella foto: Pallfy marcato da Trokan in Skalica-Martin

Tags: